Cerca
  • Giornalettismo.com

Rita Bernardini in caserma per la sua coltivazione casalinga di cannabis


  • Rita Bernardini è stata arrestata il 17 luglio

  • Nel mirino dei carabinieri del comando di Via Cassia, la sua coltivazione di cannabis in casa

«Forse è la volta buona. Telefonata dei carabinieri: lei è in casa? No, veramente sono sul treno per andare a Parma (laboratorio Spes contra Spem nel carcere), sto fuori 2 giorni… Deve venire qui! Ho fatto appena in tempo a scendere dal treno e ora sono su un taxi verso casa». Rita Bernardini è stata portata in caserma per la sua coltivazione di cannabis sul terrazzo. Questo è il messaggio che l’esponente del Partito Radicale ha scritto sui social network, immediatamente dopo essere stata raggiunta dalla telefonata delle forze dell’ordine.

«Disobbedienza civile per i malati e contro le mafie»

«Rita Bernardini è stata portata in caserma dai carabinieri, dopo che i militari hanno controllato la sua abitazione e ne sono usciti con delle buste di cannabis che lei coltiva a scopo terapeutico, come ha più volte affermato senza farne mistero» – ha comunicato il suo avvocato Giuseppe Rossodivita.

Anche Giornalettismo si era recato in casa sua per parlare della sua iniziativa, che lei aveva presentato con queste parole: «Abbiamo sentito dire da questo governo che le persone devono marcire in carcere, abbiamo sentito dire si butta via la chiave, che se uno rimane in carcere deve rimanerci fino all’ultimo giorno, ma è provato, dati alla mano, che chi sconta interamente la sua pena in carcere tornerà a delinquere al 90%».

Attualmente, Rita Bernardini si trova presso il comando dei Carabinieri in via Cassia, in attesa di istruzione sui prossimi passaggi.


6 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

©2018 by theweederstv